Edizione 2014

Premio Campione 2014 – tredicesima edizione
Milano, Palazzo Marino presso la Sala Alessi
Giovedì 30 gennaio 2014, ore 12.00

Un riconoscimento a chi migliora il proprio ambiente professionale o sociale e rappresenta un esempio positivo per l’opinione pubblica: è il premio Il Campione, giunto alla dodicesima edizione. Nato da un’idea di Mario Furlan, fondatore dei City Angels, è organizzato dalla sua associazione di volontariato, con il patrocinio del Comune di Milano, della Provincia di Milano e della Regione Lombardia. Dall’edizione 2014 il Premio ha anche il patrocinio del Rotary Club, dell’Associazione Nazionale Magistrati e della Comunità ebraica di Milano.

Il Premio consiste in una statuina in vetro simile a quelle del premio Oscar: rappresenta la sagoma di un uomo con un grande cuore in mano e viene realizzata da una cooperativa che dà lavoro a persone svantaggiate.

“Il Premio è un riconoscimento per le persone che hanno lanciato messaggi e valori positivi attraverso i mass-media. Per essere campioni, infatti, non basta diventare protagonisti dei mezzi di comunicazione, ma bisogna anche influenzare positivamente l’opinione pubblica”, spiega Mario Furlan.

I “campioni” sono stati scelti dai direttori di 14 prestigiosi quotidiani italiani:

Alessandro Banfi di Tgcom 24
Maurizio Belpietro di Libero
Mario Calabresi de La Stampa
Giancarlo Mazzuca de Il Giorno
Luigi Contu dell’Ansa
Ferruccio De Bortoli del Corriere della Sera
Ezio Mauro de La Repubblica
Andrea Monti de La Gazzetta dello Sport
Vincenzo Morganti del TgR Rai
Angelo Maria Perrino di Affariitaliani.it
Gianni Riotta de il Sole 24 Ore
Giampaolo Roidi di Metro
Alessandro Sallusti de il Giornale
Marco Tarquinio di Avvenire

VINCITORI XIII EDIZIONE PREMIO “IL CAMPIONE”

CAMPIONE PER LE EMERGENZE UMANITARIE: Martina Colombari – Modella, conduttrice Tv e attrice, dal 2008 collabora in veste di volontaria e testimonial con la Fondazione Francesca Rava, che aiuta l’infanzia in Italia e nel mondo, e rappresenta in Italia l’organizzazione umanitaria internazionale N.P.H. – Nuestros Pequeños Hermanos (I nostri piccoli fratelli). Sempre al fianco della Fondazione nei più importanti eventi e iniziative di sensibilizzazione a favore dei bambini di Haiti, dove si è recata molte volte in prima linea con lo staff della Fondazione, è il volto e la voce della campagna pubblicitaria per le adozioni a distanza “diventa mamma o papà a distanza”.

CAMPIONE PER LO SPETTACOLO: Marco Berry – Illusionista e conduttore Tv, ha portato a conoscenza del grande pubblico il problema dei senzatetto grazie al programma televisivo “Invisibili”, nel quale raccontava le storie di alcuni di questi clochard, passando lui stesso giornate intere insieme a loro. Da sempre impegnato nel sociale, ha successivamente dato vita alla Marco Berry Onlus Magic For Children, la quale promuove il progetto “Dr. Magic – La magia in corsia”, che prevede la presenza costante di due maghi professionisti negli ospedali, e attualmente raccoglie fondi per sostenere la costruzione dell’ospedale pediatrico Mohamed Aden di Hargeisa, nella regione del Somaliland.

CAMPIONE PER LO SPORT: Massimo Mauro – Ex calciatore e attualmente commentatore sportivo di punta per Sky, nel 20013 fonda, assieme a Gianluca Vialli, la “Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus”, associazione benefica che raccoglie fondi per finanziare la ricerca scientifica sul cancro e sulla SLA, grazie a eventi prevalentemente di carattere sportivo e culturale, e al sostegno di privati e aziende che hanno scelto di sposare la causa. Da fine 2012 è anche presidente di AISLA Onlus, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, nata nel 1983 con l’obiettivo di diventare il soggetto nazionale di riferimento per la tutela, l’assistenza e la cura dei malati di SLA, favorendo l’informazione, la ricerca e la formazione sulla malattia e stimolando le strutture competenti a una presa in carico adeguata e qualificata dei malati.

CAMPIONE PER L’INTEGRAZIONE: Domenico Bagalà – Direttore generale della squadra di calcio Koa Bosco di Rosarno (Reggio Calabria), interamente formata da immigrati africani stanziati nella cittadina calabrese. La squadra, iscritta al Campionato nazionale dilettanti, terza categoria, si caratterizza nel nome dall’acronimo Koa, che sta per Knights of the altar (cavalieri dell’altare), nome di un gruppo di gospel composto da immigrati che, come la squadra, fa parte di Uniti contro le frontiere, progetto umanitario che include anche formazione e alfabetizzazione. L’iniziativa è finalizzata al riscatto sociale degli africani nella Piana, senza scopo di lucro; eventuali proventi attivi vengono investiti per intero nell’assistenza degli stessi immigrati.

CAMPIONE PER I GIOVANI: Gianni Maddaloni – Anima della palestra Star Judo Club di Scampia (Napoli), promuove la propria attività per la costruzione di una società civile attraverso lo sport, la cultura e la legalità, e per sottrarre decine di ragazzi a rischio delinquenza in uno dei quartieri più difficili di Napoli. Sempre attento alle problematiche della società civile, e in particolare del mondo dei bambini, offre la propria esperienza in uno dei quartieri più disagiati di Napoli, Scampia, teatro da sempre di fatti delittuosi. Grazie ai riconoscimenti eccezionali ricevuti dal Ministero della Giustizia – in quanto società impegnata nel recupero e reintegro di giovani minori detenuti – dal Ministero della Gioventù e Ministero delle Pari Opportunità – per l’impegno profuso nei giovani e nella famiglia – nonché dalle Autorità Locali – per la passione con la quale opera nel sociale – la palestra risulta essere oggi una delle associazioni maggiormente impegnate in prima linea per il recupero di giovani in difficoltà, compresi bambini diversamente abili e non vedenti.

CAMPIONE PER L’IMPRENDITORIA: Heiner Oberrauch – Dal 1983 titolare della Salewa, azienda di Bolzano leader in Europa per l’attrezzatura, l’abbigliamento e le calzature da montagna, e all’avanguardia sia nei rapporti col personale, sia per l’ecosostenibilità della fabbrica. Niente timbro del cartellino, mamme incentivate a stare coi bimbi grazie al 50% dello stipendio anziché il 30%, un nido per quelle che vogliono rientrare, un maso e una casa nel Gargano a disposizione per le vacanze delle famiglie dei dipendenti, una palestra di roccia per i dipendenti anche delle aziende vicine. L’azienda ha inoltre ottenuto il sigillo di qualità CasaClima Work&Life.

CAMPIONE PER IL CIVISMO: Fabiola Minoletti – Milanese, presidente del Comitato Spontaneo Abruzzi-Piccinni e segretario generale dell’Associazione Nazionale Antigraffiti, organizzazione apolitica senza fini di lucro che, a partire dal 2006, analizza il problema dei tag presenti su palazzi e monumenti, e promuove una cultura del decoro con il coinvolgimento dei cittadini. Grazie al progetto “Milano Quartiere Pulito” ha contribuito a mantenere pulite da imbrattamenti le superfici dei muri dei palazzi, delle serrande e dei vari manufatti posti in viale Abruzzi, sensibilizzando nello stesso tempo i residenti a diventare parte attiva di un processo di riconquista della propria via.

CAMPIONE PER LA LOTTA ALLA CAMORRA: Don Aniello Manganiello – Ex parroco di Scampia (Napoli), dove per sedici anni ha portato la speranza donando un sorriso e giorni di ottimismo a circa centomila abitanti, in un’area dove la disoccupazione è al 70% e il mercato della droga, gestito da una camorra spietata, fiorentissimo. Una testimonianza e una denuncia la sua, che ha raccolto nel libro “Gesù è più forte della camorra”. Attualmente è impegnato in prima linea nella “terra dei fuochi”, con la denuncia quotidiana dello scempio dell’ambiente e della complicità tra camorra e palazzi del potere: il fronte da lui creato è sostenuto da scrittori, giornalisti e, soprattutto, dal mondo della scuola.

CAMPIONE PER LA LEGALITA’: Roberta Cossia – Giudice di sorveglianza da sempre impegnata nella battaglia per il recupero dei detenuti e per il rispetto dei loro diritti elementari, ha chiesto e ottenuto di entrare a far parte del coro amatoriale del Reparto di Trattamento Avanzato  “La Nave”, della Casa Circondariale di Milano San Vittore, reparto destinato ai detenuti tossicodipendenti che hanno scelto di seguire un programma di disintossicazione. Diretto da Maria Teresa Tramontin, mezzosoprano del Coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, il coro è attivo da dieci anni e ha riscontrato grande successo presso i detenuti.

CAMPIONE PER I DISABILI: Alfredo Marson – Presidente di Briantea84, una delle società sportive più importanti in Italia, che dal 1984 favorisce lo sport nei ragazzi con una particolare attenzione verso le persone disabili. L’attività di Briatea84 è riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico ed è articolata in cinque settori sportivi: basket in carrozzina (Serie A1 e Minibasket), bios (pallacanestro in piedi), calcio, nuoto, atletica. Marson ha anche ricevuto il Diploma in “Sport Management, Marketing and Sociology” dell’Università Bicocca di Milano, per gli eccellenti risultati ottenuti sia sul piano agonistico sia sociale.

PREMIO CAMPIONCINO

Nell’ambito de “Il Campione” viene assegnato il premio “Il Campioncino”, un riconoscimento attribuito a studenti o classi che si sono distinte per gesti di solidarietà. Quest’anno il premio è stato conferito alla Scuola Faes Monforte di Milano, che ha visto la partecipazione di 41 allieve di due classi di terza secondaria di primo grado e, in parte, anche di 54 alunne di prima e seconda, a due progetti di solidarietà e volontariato: visite agli anziani ricoverati nella casa di riposo di Milano “Il Nuovo Focale” e raccolta di cibi per l’Associazione San Vincenzo della Parrocchia San Nereo e Achilleo.