Edizione 2013

Premio Campione 2013 – dodicesima edizione
Milano, Palazzo Marino presso la Sala Alessi
Giovedì 24 gennaio 2013, ore 12.00

Un riconoscimento a chi migliora il proprio ambiente professionale o sociale e rappresenta un esempio positivo per l’opinione pubblica: è il premio Il Campione, giunto alla dodicesima edizione. Nato da un’idea di Mario Furlan, fondatore dei City Angels, è organizzato dalla sua associazione di volontariato, con il patrocinio del Comune di Milano, della Provincia di Milano e della Regione Lombardia.

Il Premio consiste in una statuina in vetro simile a quelle del premio Oscar: rappresenta la sagoma di un uomo con un grande cuore in mano e viene realizzata da una cooperativa che dà lavoro a persone svantaggiate.

“Il Premio è un riconoscimento per le persone che hanno lanciato messaggi e valori positivi attraverso i mass-media. Per essere campioni, infatti, non basta diventare protagonisti dei mezzi di comunicazione, ma bisogna anche influenzare positivamente l’opinione pubblica”, spiega Mario Furlan.

I “campioni” sono stati scelti dai direttori di 14 prestigiosi quotidiani italiani:

Alessandro Banfi di Tgcom 24
Maurizio Belpietro di Libero
Mario Calabresi de La Stampa
Giancarlo Mazzuca de Il Giorno
Luigi Contu dell’Ansa
Ferruccio De Bortoli del Corriere della Sera
Ezio Mauro de La Repubblica
Andrea Monti de La Gazzetta dello Sport
Vincenzo Morganti del TgR Rai
Angelo Maria Perrino di Affariitaliani.it
Gianni Riotta de il Sole 24 Ore
Giampaolo Roidi di Metro
Alessandro Sallusti de il Giornale
Marco Tarquini di Avvenire

VINCITORI XII EDIZIONE PREMIO IL CAMPIONE

Fabrizio Labanti, Fondatore della catena di centri tricologici Benesserecapelli, taglia i capelli gratis ai bisognosi, aiutandoli a presentarsi in modo migliore, soprattutto quando cercano lavoro;
L’ambulante antiracket
Lorenzo Tetti, Venditore di panini nei pressi del Politecnico di Milano, ha denunciato il pizzo anche in Tribunale. E ha avuto il furgone bruciato. A dargli solidarietà per primi, gli studenti del Politecnico;
La giornalista antimafia
Ester Castano, giornalista della rivista Alto Milanese. Malgrado intimidazioni e denunce ha continuato a scrivere delle malefatte di Celeste, sindaco di Sedriano. Celeste è finalmente finito agli arresti domiciliari in seguito all’arresto dell’assessore regionale Domenico Zambetti, accusato di voto di scambio con la ‘ndrangheta;
Il parroco anticamorra
Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano (Caserta), che si batte contro le discariche abusive della camorra. E’ diventato noto perché umiliato dal Prefetto di Napoli, che lo ha pesantemente redarguito perché aveva chiamato “Signora” il suo collega di Caserta.
Il sindaco a costo zero
Vincenzo Cappello, sindaco di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta; lui e la sua giunta municipale non hanno mai percepito le indennità di carica e le devolvono alle fasce più deboli della popolazione;
Il poliziotto del dialogo
Andrea Valentino, Vicequestore di Milano: riesce a sciogliere le tensioni di piazza tra manifestanti e poliziotti utilizzando l’arma del dialogo e dell’ascolto. E’ stato definito il migliore d’Italia in questa arte. Ed è grazie anche a lui se a Milano non si sono avuti scontri particolarmente violenti.
La ricercatrice solidale
Selene Biffi, ricercatrice che ha aperto a Kabul una scuola per disoccupati che imparano il mestiere di cantastorie. Visto l’analfabetismo in Afghanistan, i cantastorie fanno passare per via orale messaggi educativi, di salute pubblica e di tolleranza. Inoltre la Biffi ha realizzato una piattaforma web per raccogliere tutte le storie ora tramandata a voce. Per il suo progetto così innovativo ha vinto in Svizzera, prima italiana, il premio Rolex;
Il capitalista dal volto umano
Brunello Cucinelli, il “re del cashmere”, imprenditore eticamente e socialmente responsabile. Ha voluto dividere con i suoi 783 dipendenti i 5 milioni di utili derivati dalla quotazione in borsa della sua azienda. I suoi dipendenti guadagnano quasi il 30% in più delle altre aziende del settore. Come dice Cucinelli, il suo obbiettivo è “il capitalismo dal volto umano”.
Il portiere che aiuta i ragazzi poveri
Francesco Toldo, ex portiere della nazionale italiana e dell’Inter, è l’anima di Inter Campus, l’associazione umanitaria collegata alla società calcistica, che si occupa di aiutare ragazzi del Terzo mondo attraverso l’educazione e la promozione allo sport. Il 29 novembre 2012 Toldo ha illustrato la sua attività umanitaria all’auditorium dell’Onu a New York.

IL CAMPIONE DEI SENZATETTO: Wainer Molteni, Ex clochard, ha fondato l’organizzazione Clochard alla riscossa. Ha aperto due agriturismi che danno lavoro a senzatetto;

IL PARRUCCHIERE DEGLI ULTIMI: Fabrizio Labanti, Fondatore della catena di centri tricologici Benesserecapelli, taglia i capelli gratis ai bisognosi, aiutandoli a presentarsi in modo migliore, soprattutto quando cercano lavoro;

L’AMBULANTE ANTIRACKET: Lorenzo Tetti, Venditore di panini nei pressi del Politecnico di Milano, ha denunciato il pizzo anche in Tribunale. E ha avuto il furgone bruciato. A dargli solidarietà per primi, gli studenti del Politecnico;

LA GIORNALISTA ANTIMAFIA: Ester Castano, giornalista della rivista Alto Milanese. Malgrado intimidazioni e denunce ha continuato a scrivere delle malefatte di Celeste, sindaco di Sedriano. Celeste è finalmente finito agli arresti domiciliari in seguito all’arresto dell’assessore regionale Domenico Zambetti, accusato di voto di scambio con la ‘ndrangheta;

IL PARROCO ANTICAMORRA: Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano (Caserta), che si batte contro le discariche abusive della camorra. E’ diventato noto perché umiliato dal Prefetto di Napoli, che lo ha pesantemente redarguito perché aveva chiamato “Signora” il suo collega di Caserta.

IL SINDACO A COSTO ZERO: Vincenzo Cappello, sindaco di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta; lui e la sua giunta municipale non hanno mai percepito le indennità di carica e le devolvono alle fasce più deboli della popolazione;

IL POLIZIOTTO DEL DIALOGO: Andrea Valentino, Vicequestore di Milano: riesce a sciogliere le tensioni di piazza tra manifestanti e poliziotti utilizzando l’arma del dialogo e dell’ascolto. E’ stato definito il migliore d’Italia in questa arte. Ed è grazie anche a lui se a Milano non si sono avuti scontri particolarmente violenti.

LA RICERCATRICE SOLIDALE: Selene Biffi, ricercatrice che ha aperto a Kabul una scuola per disoccupati che imparano il mestiere di cantastorie. Visto l’analfabetismo in Afghanistan, i cantastorie fanno passare per via orale messaggi educativi, di salute pubblica e di tolleranza. Inoltre la Biffi ha realizzato una piattaforma web per raccogliere tutte le storie ora tramandata a voce. Per il suo progetto così innovativo ha vinto in Svizzera, prima italiana, il premio Rolex;

IL CAPITALISTA DAL VOLTO UMANO: Brunello Cucinelli, il “re del cashmere”, imprenditore eticamente e socialmente responsabile. Ha voluto dividere con i suoi 783 dipendenti i 5 milioni di utili derivati dalla quotazione in borsa della sua azienda. I suoi dipendenti guadagnano quasi il 30% in più delle altre aziende del settore. Come dice Cucinelli, il suo obbiettivo è “il capitalismo dal volto umano”.

IL PORTIERE CHE AIUTA I RAGAZZI POVERI: Francesco Toldo, ex portiere della nazionale italiana e dell’Inter, è l’anima di Inter Campus, l’associazione umanitaria collegata alla società calcistica, che si occupa di aiutare ragazzi del Terzo mondo attraverso l’educazione e la promozione allo sport. Il 29 novembre 2012 Toldo ha illustrato la sua attività umanitaria all’auditorium dell’Onu a New York.

PREMIO CAMPIONCINO

Nell’ambito de Il Campione viene assegnato il premio Il Campioncino, un riconoscimento attribuito a studenti o classi che si sono distinte per il loro impegno solidaristico che può consistere nell’aiutare un compagno di classe in difficoltà, nel fare volontariato, nel sostenere la propria famiglia. I Campioncini di quest’anno sono gli studenti dell’ultimo triennio di cinque scuole medie superiori milanesi, che dallo scorso autunno stanno facendo volontariato su strada con i City Angels per aiutare i senzatetto. Il progetto è nato dalla collaborazione tra i City Angels e la Coperativa sociale We Care, con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri. E si svolge a Milano e a Roma.

Le scuole premiate sono:

I.T.I.S. Giacomo Feltrinelli

Liceo scientifico statale Piero Bottoni

Liceo statale Virgilio

Liceo classico statale Tito Livio

I.I.S.S. Brera-Lagrange